by TheCoevas: Musicians of Words / Strumentisti di Parole

Espressione femminile: Frida Khalo

Frida Kahlo è stata una donna straordinaria, non fu un caso che suscitò il cuore del pittore Rivera e il rivoluzionario Leon Trotsky, così come il cuore di alcune donne. “E’ la prima volta nella storia dell’arte che una donna esprime con totale sincerità, scarnificata e, potremmo dire, tranquillamente feroce, i fatti e particolari che riguardano esclusivamente la donna. La sua sincerità, che si potrebbe definire insieme molto tenera e crudele, la portò a dare di certi fatti la testimonianza più indiscutibile e sicura; é perciò che dipinse la sua stessa nascita, il suo allattamento, la sua crescita dentro la sua famiglia e le sue terribili sofferenze, e di ogni cosa senza permettersi mai la minima esagerazione né divergenza dai fatti precisi, mantenendosi realista e profonda, come lo é sempre il popolo messicano nella sua arte, compresi i casi in cui generalizza fatti e sentimenti, arrivando alla loro espressione cosmogonica.” (Diego Rivera)

Una Risposta

  1. Il post mi riporta alla visione del film “Frida” della regista Julie Taymon e dalla rilettura di “Autoritratto in frammenti”, ovvero un piccolo saggio di Sarah M. Lowe. Una continuità dunque all’insegna di una visione della vita, della sofferenza e del suo riscatto, dei simboli, degli archetipi del mondo femminile.
    “L’opera di Frida Kahlo, apertamente autobiografica, viene spesso interpretata sulla base di un legame causa-effetto con la sua biografia, di conseguenza si trascura il suo sviluppo estetico e il suo rapporto con le avanguardie artistiche degli inizi del secolo” scrive la Lowe.

    Il film mi è piaciuto, ripercorre con delicata aderenza la vita della pittrice, nei colori, nella musica, nella forza, nel calore, nella ribellione che formano la sua personalità, le conferiscono quella particolarità riversata poi nei suoi quadri. E’ un racconto commovente portato con emozione e garbo anche nei passaggi più tragici. L’unica critica: anche nel film il lavoro di Frida è fatto coincidere con la sua biografia, una sovrapposizione addirittura; di conseguenza poichè la pittrice incarna la condizione dell’altro, del diverso, né maschio, nè illeso, nè eterosessuale, diventa una curiosità artistica.

    aprile 3, 2011 alle 6:11 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...