by TheCoevas: Musicians of Words / Strumentisti di Parole

Recensione ed intervista integrale radiofonica su RADIOLIFESTYLE

Abbiamo parlato più volte del rapporto tra musica ed altri ambiti artistici nonché al potere evocativo che porta con se. Ad alcuni di noi sarà capitato di disegnare ascoltando musica e di esserne ispirato, altri avranno scritto accompagnati dal proprio sottofondo musicale preferito… Oggi parliamo di letteratura o meglio di come un romanzo sia stato scritto concependolo come un brano musicale. InRomanzo Coeva ci troviamo di fronte non solo ad un linguaggio aulico e complesso, ma anche ad un insieme di generi letterari che si compongono non solo di parole e pensieri, ma anche di simboli e numeri che completano il tutto. Nelle recensioni non troverete la solita trama descritta dettagliatamente, ma una sorta di trailer, un demo musicale che fa solo trasparire ciò che sarà la storia che ci accompagnerà durante la lettura di questo romanzo definito “L’antiromanzo” dagli autori stessi. Scritto da Maria Pia Carlucci, Fiorella Corbi, Maurizio Verdani con la collaborazione di Stefano Capecchi nel romanzo si racconta una storia d’amore non convenzionale tra un uomo, l’oggetto e la donna che lo desidera, una storia d’amore arricchita da personaggi probabili ed improbabili con un dono così semplice, ma al tempo stesso così forte da non poter essere facilmente immaginato ai giorni nostri. Insomma stili diversi derivanti da persone diverse che si amalgamano come farebbero (secondo un’idea degli autori) strumenti musicali di una band. Potrete ascoltare l’intervista agli autori di questo libro a settembre.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...