by TheCoevas: Musicians of Words / Strumentisti di Parole

L’indovinello veronese (fine IX sec.)

II più noto dei primi documenti del volgare italiano fu scoperto dal paleografo Luigi Schiapparelll nel 1924, in calce a un codice – datato fra la fine del VIII secolo e l’inizio del IX- della Biblioteca Palatina di Verona, onde il nome assegnatogli di Indovinello veronese. Da allora, filologi e linguisti non hanno cessato di formulare questioni e congetture, in particolare sul grado di volgarismo cosciente del breve testo, sul suo eventuale colorito veneto-friulano, sulla sua struttura in esametri o altro metro.

Se pareba boves, alba pratalia araba

Albo versorio teneba, et negro semen seminaba.

Gratias tibi agimus onnipotens sempiterne Deus.

 

Si è molto discusso sull’interpretazione del se pareba. Se pareba sta per parebant, allora boves è soggetto del quattro verbi, e la lettura sarà: «I buoi [le dita] appari­vano (venivano avanti), aravano un bianco prato [la pergamena], reggevano un bian co aratro [la penna], seminavano nero seme [l'inchiostro]». Se pareba sta per para­bat, il soggetto sottinteso è chi scrive, e la lettura sarà: «Si spingeva avanti [se = sibi, dativo etico] i buoi, arava un bianco prato, reggeva un bianco aratro, semi nava nero seme». La seconda lettura è la più accreditata, perché lo «spingere innan zi i buoi» è coerente con la metafora rustica dell’«arare» e perché intendere l’amanuense come soggetto sottinteso si addice di più alla natura dell’Indovinello: una delle for mule, in chiave scherzosamente enigmistica, che i chierici copisti mettevano in fon­do ai codici, compiacendosi della fatica compiuta. Il tema dell’attività scrittoria è presente in altri testi, sia antichi sia moderni, come si può vedere in questi esempi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 338 follower