by TheCoevas: Musicians of Words / Strumentisti di Parole

Carmina Libidinum: musica erotica e sonetti lussuriosi – Michael Nyman & Pietro Aretino

Apri le coscie, acciò ch’io vegga bene/il tuo bel culo e la tua potta in viso; culo da far mutar un cazzo d’aviso! Potta che i cuori stilli per le vene. Mentre ch’io vi vagheggio egli mi viene capriccio di pasciarvi a l’improviso, e mi par esser più bel che Narciso nel specchio ch’il mio cazzo allegro tiene. – Ai ribalda, ai ribaldo in terra e in letto! Io ti veggio, puttana! e t’apparecchia, ch’io ti rompa doi costole del petto. – Io te n’incaco, franciosata, vecchia, che per questo piacere arciperfetto intrarei in un pozzo sanza secchia. E non si trova pecchia ghiotta dei fiori, com’io d’un nobil cazzo, e no ‘l provo ancho, e per mirarlo sguazzo.

Nel 1526 Pietro Aretino pubblicò i Sonetti lussuriosi – che accompagnavano le incisioni di Marcantonio Raimondi – considerati dalla critica dell’epoca componimenti di carattere pornografico, la cui oscenità indignò profondamente la corte romana e il papato. Nyman riprende quei testi per realizzare otto brani molto classici, in cui la sperimentazione lascia il posto alla tradizione, senza tuttavia snaturare le sue opere precedenti, che tutti conosciamo. “L’origine del mio adattamento musicale dei Sonetti di Aretino, ora conosciuti come Lust Songs -, sta in una mostra di arte erotica che Marina Wallace e Martin Kemp tennero alla Hayward Gallery nel 2005, riproposta al Barbican Centre nell’ottobre 2007. I curatori mi chiesero di fornirgli una compilation di musica erotica del passato, ma ho preferito esplorare il mio personale approccio all’erotismo, attraverso il tramite di 8 dei 16 Sonetti Licenziosi di Pietro Aretino. La decisione iniziale di assegnare a Marie Angel sia i ruoli maschili che femminili è stata cruciale nel mio sforzo di drammatizzazione e creazione di un maggior numero possibile di variazioni da questi ripetitivi dialoghi su atti sessuali”. E ancora: “Gli 8 Lust Songs sono i più recenti di una serie di opere legate al sesso sulle quali ho lavorato dagli anni Sessanta quando, come studente di musicologia, fui chiamato dal professor Thurston Dart per realizzare una nuova edizione dei Catches di Purcell, che reintroducesse i termini volgari rimossi nel periodo vittoriano. Da lì, attraverso i molti film che mi hanno richiesto una colonna sonora per scene di sesso – da I misteri del giardino di Compton House a Lezioni di piano, da Carrington a Il libertino – poi Acts of Beauty (2004), Love Counts (2005) e i Sonetti, è stata una logica ma accidentale progressione.”

2 Risposte

  1. Pingback: Carmina Libidinum: musica erotica e sonetti lussuriosi – Michael Nyman & Pietro Aretino (via TheCoevas) « Fiorella Corbi

  2. I do accept as true with all the ideas you have introduced on your post.
    They are very convincing and can certainly work. Still, the posts are too brief for novices.

    May just you please extend them a bit from subsequent time?

    Thank you for the post.

    maggio 25, 2013 alle 10:51 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 337 follower